A Louis Garrel il Premio Lazio Terra di Cinema: «L’Italia mi ha sempre accolto con gentilezza»

È Louis Garrel a ricevere il Premio Lazio Terra di Cinema da Nicola Zingaretti. Il Premio è istituito dalla Regione Lazio con l’Ufficio Cinema, e rivolto a personalità del mondo del cinema e dell’audiovisivo che si sono particolarmente distinte per l’impegno e i risultati conseguiti nel settore cinematografico e dell’audiovisivo. Un riconoscimento che – tra le motivazioni – elenca il fatto che l’attore e regista sia «una delle poche icone internazionali del cinema contemporaneo» e che premia anche «quella ricchezza di incontri e incroci che costituiscono il vero fermento da cui nasce il cinema di qualità».

«Ho avuto la fortuna di lavorare con Jean-Claude Carrière – ci dice Garrel sul red carpet – e lui mi ha insegnato una cosa. Un premio non si domanda e non si rifiuta. Prendo quindi questo premio come un grande piacere perché viene dall’Italia. Sono sempre stato accolto con tanta gentilezza dall’Italia. Soprattutto conosco molto bene Roma. Questo premio viene da qui e sono contento».

Louis Garrel Premio Lazio Terra di Cinema

Le motivazioni del premio Lazio Terra di Cinema nominano poi «il cammino da attore e da regista di Garrel», «ricco di incontri e incroci: quelli tra generazioni di artisti, tra ondate di cinema, tra generi, tra Paesi. Da ricordare, in particolare, come Garrel nel suo percorso artistico sia riuscito a ravvivare l’amicizia storica che esiste tra il cinema francese e quello italiano, scrivendo con i suoi personaggi e con i suoi film un nuovo capitolo di una relazione che ha dato moltissimi frutti preziosi e che vogliamo continuare a coltivare». E ancora: «Garrel è entrato nel mondo del cinema con un’enorme passione e con una eccezionale versatilità nel dare ai suoi personaggi, di volta in volta, un’impronta tragica, romantica o comica, portando tuttavia dentro ogni suo film la sua cifra stilistica di naturale leggerezza, ironia ed eleganza. Un tocco inconfondibile proprio solo dei grandi artisti. A Louis Garrel la riconoscenza per tutto il cinema che ci ha fatto vivere e per quello che il suo talento saprà ancora regalarci».

Alla Festa del Cinema di Roma anche per presentare i suoi ultimi film (tra cui L’Ombra di Caravaggio), Garrel ai nostri microfoni commenta infine la kermesse.

«I festival sono la più grande pubblicità per il cinema perché i film si vedono nelle sale e comunicano il piacere di essere in sala».

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo.

Louis Garrel Premio Lazio Terra di Cinema
Foto: Regione Lazio

Boris 4, le cose cambiano «ma non l’intelligenza autorale, la vera cifra di Boris»

Pietro Sermonti, Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo ci raccontano la quarta stagione di Boris.

Sono Lillo, Eros Puglielli e Lillo: «La risata è una medicina contro la paura»

Alla Festa del Cinema di Roma 2022 è stata presentata la serie Sono Lillo, su Prime Video dal 5 gennaio 2023. La nostra intervista a Eros Puglielli e Lillo Petrolo.

Piove, un horror italiano contemporaneo: «Roma è una città insofferente»

La nostra intervista a Paolo Strippoli (regista) e a Fabrizio Rongione, Cristiana Dell’Anna, Francesco Gheghi e Leon De La Vallée per Piove.

Educazione Fisica alla Festa del Cinema di Roma: «Un tribunale all’interno di una scuola»

La nostra intervista a Claudio Santamaria, Raffaella Rea e Stefano Cipani alla Festa del Cinema di Roma 2022 per presentare Educazione Fisica.

Scopri i film finanziati
ogni anno
dalla Regione Lazio.