Dragonero. I Paladini, la pionieristica serie fantasy che allarga l’universo Bonelli

A La Città Incantata arriva anche Dragonero. I Paladini, la serie tratta dal fumetto creato da Luca Enoch e Stefano Vietti che allarga il neonato universo Bonelli, dopo l’uscita del film Dampyr.

Dragonero. I Paladini è una coproduzione internazionale Sergio Bonelli Editore insieme a Rai Kids, PowerKids e NexusTV. Il debutto ufficiale è avvenuto al Lucca Comics & Games, dove sono stati presentati i primi quattro episodi della serie.

«Dragonero – ha commentato in quell’occasione il direttore di Rai Kids, Luca Milano – è una serie che segna non solo la collaborazione tra Rai e la Sergio Bonelli, ma anche il nostro ingresso nel mondo dell’avventura e del fantasy. Dragonero è anche una storia di crescita, in cui i ragazzi si trovano di fronte a delle difficoltà. Ringrazio tutto lo staff Rai che ha lavorato sulla serie».

Protagonisti della serie sono tre ragazzi appena adolescenti dell’Erondàr, una terra fantastica pervasa di magia: Ian, dallo spirito libero e dall’indole coraggiosa, sua sorella Myrva, geniale costruttrice di congegni meccanici, e l’inseparabile amico Gmor, un orco di grande forza e animo generoso. I tre amici dividono le loro giornate tra studio, divertimento e qualche lavoro nella fattoria dove vivono Ian e Myrva. I nostri eroi entrano in contatto mentale con un grande drago, Draiken, che li conduce nel cenote in cui riposa in virtù di un sortilegio.

Chiede loro aiuto per affrontare una terribile minaccia causata dal risveglio di Arcana da parte di Mekan. Il suo malvagio piano consentirebbe all’Arcidemone di far sciamare le sue orde di demoni nel mondo dei nostri eroi, ma, perché ciò avvenga, deve prima distruggere le linee di energia magica che formano una fitta rete protettiva sulla superficie dell’Erondàr. A questo fine, la perfida regina vuole richiamare in vita i Corruttori tramite le Lacrime di Drago e usarli come propri agenti di distruzione.

Del resto, anche per Bonelli la serie rappresenta un traguardo pionieristico. «Abbiamo fatto qualcosa che non si era mai fatto prima. Portare in video le emozioni che arrivavano dal fumetto. – ha commentato Vincenzo Sarno di Bonelli – Quello che Luca Enoch e Stefano Vietti hanno creato nel mondo di Dragonero aveva l’urgenza e la necessità di arrivare sui vostri schermi. E quello che abbiamo fatto è riunire un dream team. La Bonelli si è trasformata da una società che realizza fumetti a una società che realizza cartoni animati. Questo è stato possibili grazie a professionisti straordinari e da uomini uniti dalla passione».

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo.

Dragonero
Rai Kids

CINEMA E CULTURA NELLE VILLE TUSCOLANE

[video width="848" height="478"...

INVELLE: UNA STORIA CHE SI TRAMANDA

Dopo aver ricevuto il Premio Carlo Lizzani alla presentazione in...

EVENTI NEL LAZIO: GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE DAL 15 AL 31 LUGLIO

Con la stagione estiva, nella seconda metà di luglio, il Lazio...

VIVA IL CINEMA! IL PROGRAMMA DELLE ARENE ESTIVE

A partire da lunedì 15 luglio prenderà il via l’Arena di...

Scopri i film finanziati
ogni anno
dalla Regione Lazio.