Fabio De Luigi e Virginia Raffaele, genitori all’improvviso in ‘Tre di Troppo’

Tra i film prodotti quest’anno che hanno potuto avvalersi dei Finanziamenti di Lazio Cinema International c’è ‘Tre di troppo’ divertente commedia diretta da Fabio De Luigi in arrivo al cinema dal 1 Gennaio 2023.

Marco (Fabio De Luigi) e Giulia (Virginia Raffaele) sono una coppia il cui amore dura da tempo e vivono la loro relazione in modo armonioso e passionale. Sono bellissimi, in perfetta forma fisica, sempre impeccabili e alla moda. Per loro il mondo si divide in due: l’Inferno, abitato da genitori esasperati e soggiogati da piccoli esseri pestiferi, e il Paradiso, dove uomini e donne liberi da sensi di colpa, si godono i piaceri della vita senza figli e fieri di vivere in appartamenti sempre in perfetto ordine. Loro sanno bene da che parte stare, ben distanti da quelle coppie di amici in perenne crisi coniugale e logorati dalla vita da genitori.

Eppure, il destino è già all’opera per sconvolgere le loro vite e sgretolare tutte le loro certezze: all’improvviso e inspiegabilmente, si risvegliano con tre bambini di 10, 9 e 6 anni che li chiamano mamma e papà. Liberarsene e tornare alla felice vita “precedente” diventerà il loro unico obiettivo. 

“Ho cercato di fare un bel film che fosse divertente e solido, che stesse bene in piedi e non fosse una qualsiasi operazione a tavolino. Credo e spero di esserci riuscito. Volevo fare una commedia che si rivolgesse sia agli adulti che ai più piccoli ma che fosse apprezzata anche da chi non ha figli. Mi interessava molto il meccanismo della cosiddetta “if comedy”, del “cosa sarebbe successo sé”, un tipo di racconto che ha rappresentato uno dei motivi principali che mi hanno spinto ad accettare il progetto”.

Fabio De Luigi – Regista e interprete

Il personaggio di De Luigi – Marco – ad un certo punto decide di applicare il metodo dell’assecondare qualsiasi richiesta i tre di troppo facciano a lui e Giulia. Una strategia fallimentare nel film, ma nella vita di tutti i giorni assecondare i propri desideri, le proprie aspirazioni potrebbe essere un giusto stile di vita?

“Sicuramente assecondare qualunque tipi di aspirazione uno abbia nella vita è giusto, altrimenti si creano frustrazioni che vuol dire poi essere poco felici nella vita. Nel caso di Marco invece risulta essere una strategia fallimentare.”

Fabio De Luigi

Virginia Raffaele racconta di essere più fatalista nella vita, quindi “a volte assecondare quello che hai intorno quindi può stimolare anche la capacità di adattamento e quindi di sopravvivenza”

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo.

Scopri i film finanziati
ogni anno
dalla Regione Lazio.