SINOSSI

Lucia è una geometra specializzata in rilevamenti catastali, nota per la pignoleria con cui insiste nel “fare le cose per bene”. La sua vita, però, è tutto fuorché precisa: a 18 anni ha avuto una figlia, Rosa, da un amore passeggero; ha appena chiuso una relazione pluriennale con Arturo; il suo lavoro precario non basta ad arrivare a fine mese. Approfittando della sua vulnerabilità economica, Paolo, il sindaco del paese, le affida il compito di effettuare un rilevamento su un terreno dove un imprenditore vuole costruire un impero immobiliare. Ma su quel terreno incombe un problema che Lucia individua immediatamente, anche se non ne vede con chiarezza i contorni. Paolo invece le chiede di “chiudere un occhio”.

Premi e Nomination: 71mo Festival di Cannes 2018 (Premio Label Europa Sezione Quinzaine des Réalisateurs al Miglior film straniero) – Nastri d’argento 2019 (3 Nomination) – David di Donatello 2019 (1 Nomination) – Ciak d’Oro 2019 (2 Nomination) – Fabrique du Cinema 2018 (Miglior Film innovativo e sperimentale italiano, 2 Nomination) – 5 Premi e 3 Nomination in altri Festival italiani.

Lazio Terra di Cinema Troppa Grazia

Regia: Gianni Zanasi
Coproduzione: Italia – Grecia
Genere: Commedia
Prodotto da: Pupkin Production, con Rai Cinema, in collaborazione con Oplon Film, in coproduzione con Strada Films
Produttori: Rita Rognoni
Distribuzione: Bim Distribuzione
Durata: 110 minuti
Lingua: Italiano
Interpreti:
Soggetto: Gianni Zanasi
Sceneggiatura: Gianni Zanasi, Giacomo Ciarrapico, Michele Pellegrini, Federica Pontremoli
Fotografia: Vladan Radovic
Montaggio: Rita Rognoni, Gianni Zanasi
Musiche:
Costumi: Olivia Bellini
Scenografia:
Suono:
Effetti:
Trucco:
Location: Acquapendente, Roma, Tarquinia, Viterbo, Valle di Vico, faggeta del Monte Cimino. Interni presso il ristorante Officine del Gusto di Viterbo e l’Ospedale di Tarquinia.

Finanziato con il bando:

Trailer

fotogallery

Vuoi conoscere tutte le opportunità di finanziamento della Regione Lazio
per il settore del cinema?