Se Roma e la Cina si incontrano al Cinema: La ricetta cinese

Il lungometraggio di debutto della regista Zuxin Hou è un omaggio all’Italia e alle sue icone, quasi un nuovo “Vacanze romane” in salsa contemporanea.

Nel mondo globale i riferimenti culturali, gli immaginari e sì, anche i piatti e le ricette, fanno la spola da un capo all’altro del pianeta, ogni volta ibridandosi, stratificandosi, arricchendosi di nuovi significati e punti di vista.

Accade così che una giovane ragazza cinese con la passione per la cucina abbia per idolo Antonino Cannavacciuolo, e che una popstar musicale cinese arrivi a Roma per partecipare a un reality show. La prima, Mandy, è cresciuta in Italia con i suoi zii cinesi emigrati, il secondo, Peng, sbarca a Roma per la prima volta sulla scia del suo successo mondiale. Sono loro i protagonisti di La ricetta cinese, un delizioso film nato da una proficua relazione italo-cinese in seguito al workshop Bridging the Dragon, un programma che sostiene le collaborazioni in campo audiovisivo tra l’Europa e la Cina, e realizzato anche con il finanziamento della Regione Lazio.

 

La regista, che ha un passato da musicista e legami biografici con l’Italia – la madre è stata assistente della maison Fendi – ha avuto l’opportunità di girare in meravigliose location romane, dai Fori a Piazza di Spagna, da Castel Sant’Angelo al Colosseo, e di lavorare con maestranze italiane del calibro di Alberto Simone, autore e regista che qui co-firma la sceneggiatura, o Santi Pulvirenti, storico collaboratore di Carmen Consoli da tempo passato a comporre anche per il cinema, che ha scritto le musiche del film.

Dall’unione di questi talenti è nata una fiaba avventurosa che porterà i due protagonisti, nell’arco di una notte, a vivere esperienze pazze e profonde che finiranno per avvicinarli molto più del previsto. Il film proietta sulla realtà italiana uno sguardo fresco e quasi “mitizzante”, dove gli elementi più appariscenti e inossidabili della nostra cultura, dalla Vespa all’Aperol Spritz, dalla cucina alle bellezze artistiche, emergono ancora vivi e capaci di affascinare il pubblico straniero.

La pellicola di Zuxin Hou ha conosciuto infatti una grande popolarità in Cina, con l’uscita prima in 9000 sale e in seguito il lancio sulla piattaforma di streaming Youku, con una platea di oltre 270 milioni di abbonati. Una ricetta senz’altro vincente – oltre che stimolante per tutti – che potrebbe portare a nuove collaborazioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo.

"Nel mondo globale i riferimenti culturali, gli immaginari e sì, anche i piatti e le ricette, fanno la spola da un capo all'altro del pianeta".

Festa del Cinema di Roma: ecco tutte le novità e i film in concorso

È stato annunciato oggi in una conferenza stampa all'Auditorium...

Cinema in Festa

Inizia oggi 18 settembre la prima edizione di Cinema in festa,...

“DALLA PAROLA ALLO SCHERMO”: online l’avviso dedicato alla scrittura di progetti di sceneggiatura

Avviso “Dalla parola allo schermo” 2022. La Regione Lazio sostiene con 500 mila euro i progetti di sceneggiature per: opere cinematografiche di lungometraggio, opere televisive di lungometraggio, serie TV, cortometraggi, opere web.

Scopri i film finanziati
ogni anno
dalla Regione Lazio.